Giubiasco. Ruba un furgone delle Pompe Funebri e fugge a nuoto.

Una vicenda che si è conclusa in ospedale, dove il 20enne cittadino marocchino residente all’estero è stato ricoverato per le ferite – di media gravità – rimediate nella rocambolesca fuga di ieri sera.
Ma andiamo con ordine, in una vicenda che speriamo ingolosisca qualche regista ticinese per una action comedy nostrana: verso le 23 un agente fuori servizio della Polizia di Bellinzona nota un giovane alla guida di un furgone con targhe ticinesi che incorrere in un incidente in via Ressiga a Giubiasco.
Vi è poi un secondo incidente, perché il veicolo, rubato a una ditta di pompe funebri (ma non era un carro funebre), viene poi ritrovato nel fiume Morobbia da una pattuglia della comunale.
Intervengono i pompieri di Bellinzona, con 3 veicoli e 11 uomini, ma sul luogo si trova pure un Commissario fuori servizio della Polizia cantonale che nota il 20enne fuggire nuotando nel fiume. Iniziano le ricerche e alla fine il giovane viene preso alla stazione di Cadenazzo – e, come detto, portato in ospedale. L’inchiesta è coordinata dalla procuratrice pubblica Petra Canonica Alexakis.

fonte: laregione.ch

Abbattitore salme

Condividi
Indietro