Napoli. Efi: “Forno crematorio? Sembrava l’inaugurazione del Pizza Village”.

Era l’inaugurazione del forno crematorio, l’hanno trasformata nell’apertura del Pizza Village, non rendendosi neanche conto di quanto aberrante sia pubblicare sui social network il video di una cremazione e andarne fieri. Il vicesindaco Panini, anziché postare video lesivi della dignità e del dolore altrui, guardasse a casa sua. Il Comune ha ancora il suo da fare per mettere in regola l’intero comparto”. È il commento di Alessio Salvato e di Gennaro Tammaro, rappresentanti di EFI – Eccellenza Funeraria Italiana a Napoli, al post Facebook con cui Enrico Panini, assessore del Comune di Napoli con delega ai cimiteri, presenta il primo forno crematorio della città. “Festeggiano l’apertura del forno crematorio di Napoli che, ribadiamo, da solo non servirà comunque a smaltire l’intero carico di richieste che viene dal territorio. Ci hanno messo un’eternità per una soluzione che da sola non risolve il problema. E festeggiano come se vedere una bara entrarci dentro fosse la vittoria dello scudetto. Lo stesso Comune dovrebbe ancora rispondere su quando ha intenzione di mettere in regola con le leggi regionali i dipendenti del comparto cimiteriale, che operano in barba a un regolamento che impone che questi abbiano regolare qualifica professionale. O se mette la mano sul fuoco che bare non a norma come quelle che abbiamo mostrato qualche settimana fa non torneranno ad affollare il deposito di Poggioreale”.

Condividi
Indietro