8 marzo. Sul New York Times i necrologi di donne illustri “trascurate”.

In occasione della 41esima giornata internazionale della donna, il New York Times ha riparato a un torto, pubblicando il necrologio di 15 donne illustri di cui il quotidiano americano non aveva dato notizia alla morte. Tra le 15 donne illustri “trascurate” dal grande giornale newyorchese figurano la scrittrice britannica Charlotte Bronte, morta nel 1855, la poetessa americana Sylvia Plath, divenuta un’icona del femminismo e deceduta nel 1963, e la fotografa Diane Arbus, morta nel 1971. “Dal 1851 i necrologi del New York Times sono stati dominati da uomini bianchi” ha spiegato il quotidiano. “Oggi noi aggiungiamo le storie di 15 donne straordinarie”. Il New York Times ha aggiunto di aver scoperto, riguardando i propri archivi, che “la grande maggioranza” dei necrologi pubblicati nel corso degli anni ha riguardato “la vita di uomini, perlopiù bianchi”. Persino negli ultimi due anni solo uno su cinque riguardava donne, ha sottolineato il quotidiano, annunciando che la rubrica “Trascurati” sarà pubblicata con regolarità. Oltre a Bronte, Plath e Arbus, il giornaòle ha pubblicato online il necrologio di altre 12 donne: tra queste ci sono la giornalista afroamericana Ida Wells, che all’inizio del XX secolo lanciò una campagna contro i linciaggi dei neri nel Sud degli Stati Uniti, la poetessa cinese Qiu Jin, femminista e rivoluzionaria, Mary Ewing Outerbridge, che introdusse il gioco del tennis negli Stati Uniti negli anni dopo il 1870, e Madhubala, star di Bollywood il cui destino “rispecchia quello di Marilyn Monroe”.

Condividi
Indietro