Morta Paola Nappi, inviata Rai: non si riprese mai da un malore dopo l’ultimo servizio sulla Concordia.

Non si era più ripresa dal quel terribile 13 febbraio del 2012, quando si sentì male al Giglio dopo aver seguito per i Tg della Rai la messa a un mese dal naufragio della Concordia: è morta la giornalista Paola Nappi. Aveva 55 anni: era sposata, due figli, una lunga carriera di cronista e di inviata. Paola Nappi accusò un malore mentre scendeva sulle scale della chiesa al Giglio dove aveva seguito la messa in suffragio delle vittime del naufragio della Concordia. Il caso volle che in quegli istanti fosse già pronta a decollare una eliambulanza che la trasportò prima all’ospedale di Grosseto e quindi alle Scotte di Siena, dove venne operata a lungo per ridurre le devastanti conseguenze dell’emorragia cerebrale. Dopo giorni in coma farmacologico, il risveglio e la battaglia per tornare a una vita il più possibile simile a quella di prima. Una battaglia durissima, raccontata in interviste, che avevano spinto familiari, amici e colleghi a definirla “una guerriera“.

Condividi
Indietro