Cremazioni. I “pendolari” dalla Lombardia.

Cremazioni, i “pendolari” dalla Lombardia. Causa guasto del forno di Como le salme arrivano nel  Novarese.
La notizia è stata data dal Corriere della Sera nelle pagine della Lombardia. Le salme destinate alla cremazione in provincia di Como sono da tempo dirottate a Varese, Sondrio, Novara e Trecate. L’impianto del forno crematoio del cimitero monumentale di Como è rotto da due anni. Dal Comasco inutile andare nel Milanese dove i tempi di attesa sono molto lunghi anche per i residenti, quindi è nato forzatamente un pendolarismo delle salme, con costi aggiuntivi di trasporto per centinaia di chilometri.
Perugini: “I residenti a Novara hanno la priorità”
Per capire se questo flusso verso Novara possa creare disagi al regolare servizio e se penalizza i residenti, abbiamo sentito assessore delegato Federico Perugini che ha spiegato: «Il nostro forno crematoio è gestito direttamente dal Comune. Tranquillizzo subito i cittadini che eventuali aumenti di flussi causa salme provenienti da altre regioni non incidono sul funzionamento della struttura. Voglio inoltre evidenziare che non vi saranno penalizzazioni per i residenti nel Comune di Novara, esiste infatti, una sorta di prelazione per i residenti nel territorio comunale».

continua a leggere

Condividi
Indietro