Como. Lo scandalo delle ceneri: il cantiere concluso solo a maggio.

Niente da fare. Slitta ancora la conclusione dei lavori disposti dal Comune per riattivare il forno crematorio al cimitero Monumentale. L’impianto è spento da quasi due anni e l’intervento di manutenzione straordinaria – costato circa 90mila euro – sta durando molto più del previsto. Si era parlato di ripristino entro il mese di novembre dell’anno scorso, poi l’Amministrazione aveva spostato il termine a febbraio 2018, ma nell’ultima seduta del consiglio comunale è emerso che il forno tornerà in funzione solo a fine maggio. Ancora quattro mesi di disagi, insomma, per i cittadini, in un momento già difficile di per sé come quello dell’addio a una persona cara. L’unica possibilità è accompagnare fuori provincia la salma, sobbarcandosi costi aggiuntivi.

continua a leggere

282

Condividi
Indietro