Rovigo. “Servono zone dove spargere le ceneri”.

Sempre più persone si affidano alla cremazione per le spoglie dei propri cari defunti. Un sistema in voga soprattutto per il suo costo, ben inferiore rispetto alla tradizionale tumulazione, ma troppo spesso non indifferente perché la normativa vigente impone che l’urna cineraria sia depositata in una specifica “celletta” cimiteriale. Per questo motivo, il candidato sindaco Ezio Conchi ritiene che un efficace soluzione per la riduzione delle imposte comunali e un aiuto per chi sceglie la cremazione sia quella di adibire un’area cimiteriale allo spargimento delle ceneri. “La norma prevede che siano consegnate nell’urna cineraria e che vadano depositate nei loculi del cimitero o conservate in casa. C’è quindi il problema della dispersione, che non è attualmente prevista a Rovigo. Io penso che sia possibile individuare un’area nei cimiteri della città, non solo quello rodigino, ma anche quelli delle frazioni. All’interno di questo spazio, attraverso un protocollo che andrà specificatamente regolamentato, una persona che vuole disperdere le ceneri non deve più pagare per anni l’utilizzo del loculo cimiteriale. Credo che anche questo sia un modo per venire incontro ai rodigini che legittimamente scelgono di poter disperdere le ceneri e di evitare di pagare una fastidiosa spesa cimiteriale legata alla cremazione, una preferenza in forte crescita“.

Condividi
Indietro