Impresa San Siro. Poste le basi per la creazione di un grande gruppo nel settore dei servizi funerari in Italia.

Augens Capital, la famiglia Cerato e Impresa San Siro American Funeral hanno perfezionato l’acquisizione del 100% di San Siro da parte di HOFI, una holding di nuova creazione facente capo a Augens Capital in partnership con fondi gestiti dal private equity team di BMO Global Assets Management e partecipata con una quota complessiva del 20% da Andrea e Massimo Cerato.
San Siro è la più importante realtà italiana nel settore dei servizi funerari ed è leader nel mercato del Comune e della Provincia di Milano. Nel 2018 la società ha prestato i propri servizi ad oltre 3.500 famiglie.
Fondata nel 1965 dal Commendatore Alcide Cerato, San Siro si è ispirata negli anni alle migliori esperienze internazionali per fornire ad una clientela eterogenea per cultura, per ceto o per religioni un servizio di altissimo livello nell’organizzazione e nello svolgimento del rito funebre. Alcide Cerato ha portato in Italia dagli Stati Uniti la tradizione della Casa Funeraria, innovando profondamente la cultura funeraria italiana. Oggi San Siro dispone di due prestigiose e moderne strutture nell’area Ovest ed Est di Milano dedicate all’ospitalità della salma in attesa del rito funebre, per accogliere i congiunti del defunto in un clima assistito e riservato.
L’investimento in San Siro rappresenta il primo passo della strategia di crescita e di consolidamento settoriale sviluppata da Augens Capital facendo leva sulle esperienze maturate dai propri partner in precedenti investimenti nel settore funerario in Francia e in Inghilterra. Il progetto è incentrato sulla creazione del primo gruppo funerario italiano ad azionariato istituzionale. La holding HOFI si propone infatti come il futuro aggregatore di un comparto che oggi, diversamente da quanto avviene nei mercati internazionali, è molto parcellizzato, essendo formato da oltre 6.000 piccole realtà territoriali che si trovano di frequente ad affrontare problemi di passaggio generazionale o di organizzazione. HOFI ha a disposizione risorse finanziarie e competenze manageriali per creare un gruppo integrato nazionale, orientato ad offrire servizi di altissima qualità operando con i più elevati standard di corporate governance e di etica aziendale. Andrea e Massimo Cerato saranno investitori e verranno rispettivamente nominati Presidente e Amministratore Delegato di San Siro assicurando la continuità dell’impostazione qualitativa che ha caratterizzato la società per oltre cinquant’anni.
San Siro è un’ottima azienda, attiva in un segmento di servizi molto importante e con una forte valenza sociale, che gode di un’eccellente reputazione grazie alla qualità delle proprie infrastrutture e al lavoro svolto con dedizione dai propri dipendenti” ha dichiarato Marco Mantica, Presidente di Augens Capital. “Il nostro progetto di creazione di un gruppo strutturato nel settore in Italia non poteva che iniziare da una realtà di questo livello. Vorremmo che HOFI e San Siro diventassero il partner preferenziale di quegli operatori che desiderano aggregare la loro realtà per migliorare la propria offerta e per assicurare la continuità della propria azienda. Siamo inoltre molto orgogliosi di aver ricevuto il supporto finanziario di Banco BPM e di Banca Interprovinciale I Illimity per il finanziamento di questa importante operazione per Milano”.
San Siro ha rappresentato per tanti anni una soluzione di qualità e di discrezione per le esigenze delle tante famiglie che si sono avvalse dei nostri servizi” afferma Andrea Cerato. “L’alleanza con Augens Capital permetterà a San Siro di continuare a svilupparsi e di migliorare i propri servizi nel solco di quanto creato dalla nostra famiglia in oltre cinquant’anni di attività. Augens ci ha dimostrato di conoscere bene il settore grazie alle esperienze pregresse dei propri partner e la nostra famiglia condivide la necessità di dare maggiori strutturazione ed aggregazione al comparto”.
Siamo entusiasti di iniziare a lavorare con il team di Augens Capital e BMO per la realizzazione di un progetto strategico di consolidamento”, sostiene Massimo Cerato. “Gli investitori portano al tavolo metodologie di lavoro innovative, una cultura e una organizzazione aziendale che ci permetteranno ulteriori importanti innovazioni. Confidiamo che molti operatori, che già ci conoscono, siano interessati a valutare una collaborazione con il nuovo gruppo”.

Condividi
Indietro