Milano. Dall’eredità del ‘700 al welfare del futuro.

Nell’ambito delle iniziative legate alle celebrazioni per il 250º anniversario della morte del Principe Antonio Tolomeo Trivulzio, al cui nome è legata la storica struttura di accoglienza per anziani e minori di Milano, una significativa mostra storico narrativa verrà inaugurata il prossimo 6 marzo nel capoluogo lombardo, in via Dante, per ripercorrere l’eredità culturale e materiale di uno fra i primi grandi filantropi della città e per guardare insieme ai bisogni della società di oggi. Un evento che si preannuncia come un affascinante percorso artistico utile a raccontare le principali tappe, i luoghi e i protagonisti di una istituzione, il Pio Albergo Trivulzio, che vuole continuare a fare la storia d’Italia. L’iniziativa, che chiuderà i battenti il 30 aprile ed è patrocinata dalla Regione Lombardia e dal Comune di Milano, vede tra i propri main sponsor il Banco BPM e l’Impresa San Siro che per volontà di Alcide Cerato, da sempre sensibile a operazioni di mecenatismo, ha inteso sostenere un progetto legato nell’immaginario collettivo dei milanesi ai temi della solidarietà, soprattutto nei confronti della popolazione anziana più fragile.

Condividi
Indietro