Rovigo. L’affare della Sala del Commiato.

La riservatezza è d’obbligo e non è ancora chiaro chi parteciperà al bando di gara per l’aggiudicazione dell’immobile di 142 metri quadrati che si trova nel quartier generale di Asm spa e di Asm set in via Dante Alighieri. Tra cinque giorni scadrà il bando come richiesto dal Comune di Rovigo (scadenza inizialmente fissata al 30 agosto, a un mese dalla pubblicazione) e nel bando c’è espresso il diritto di prelazione di Lorandi, il privato che ha acquistato il ramo di Asm Onoranze funebri.
Il privato sarà chiamato a riqualificare l’area e a realizzare un’area di 100 posti auto per un costo di 50mila euro circa, mentre la camera funeraria costa circa un milione di euro.
Sarà una scelta aziendale importante anche per Lorandi che ha sede legale a Brescia. Scelta non facile, anche perché il privato si troverà stretto in un quartiere di edifici che appartengono al pubblico e seguono logiche pubbliche.
L’immobile è di 142 metri quadrati e comprende uno scoperto di altri 1018 metri quadrati ed è messo in vendita per 165.700 euro. Il tutto nella corte interna di via Dante Alighieri, sede di Asm spa e Asm set, dove c’è anche il ricovero di tutti i mezzi delle partecipate del Comune.
Con le partecipate il privato condividerà le spese di “condominio” e di portierato. Mentre i parcheggi, utili alla stazione, saranno realizzati in convenzione con il Comune.
Nei progetti della partecipata – fa sapere il sindaco – c’è la volontà di riqualificato a parcheggi una parte dell’intera area, che si trova vicina alla stazione delle ferrovie e conterrebbe 180 posti. Nei progetti di Asm spa, infatti, c’è anche la volontà di riaprire il percorso pedonale che dal retro di quell’area va alla stazione dei treni.
La gara di vendita dell’attuale sede di Asm onoranze funebri prevede la prelazione da parte dell’attuale proprietà di onoranze Funebri, Lorandi, poiché affittuaria degli spazi con un contratto da oltre 36mila euro l’anno che scadrà nel 2022 (in quattro anni e mezzo, visto l’affitto, la società rientrerebbe nell’investimento dell’acquisto, senza però contare la ristrutturazione a sala del commiato).

fonte: polesine24.it

Abbattitore salme

Condividi
Indietro