Deturpano lapide per far passare il tubo di un ponteggio: i parenti dei defunti denunciano il Comune.

Rieti. Hanno bisogno di installare un’impalcatura nel cimitero e senza chiedere l’autorizzazione a nessuno, staccano la luce votiva e tagliano la lapide di marmo di una tomba, deturpandola. E adesso al posto della luce votiva (il cui canone è regolarmente pagato dalla famiglia dei defunti) c’è un tubo Innocenti che sostiene un ponteggio. E’ successo nel campo santo di Fara Sabina capoluogo.
Un gesto considerato gravissimo dai parenti dei defunti, decisi ad andare fino in fondo denunciando i responsabili dell’accaduto, compreso il direttore dei lavori e il Comune che ha commissionato le opere di riqualificazione dell’ala cimiteriale.

Fonte: ilmessaggero.it

Condividi
Indietro