Caserta. All’asta la cappella funeraria del cimitero.

È tempo di spending review nel comune di Caserta. La situazione di dissesto della città fa sì che ogni bene immobile del comune può diventare utile per rimpolpare le casse disastrate del capoluogo, a volte attraverso operazioni condivisibili, altre volte meno. Pochi giorni fa l’amministrazione ha deciso di mettere all’asta la cappella funeraria all’interno del principale cimitero cittadino. Una decisione che può essere interpretata in due modi. Se da una parte chi è maggiormente legato al concetto del bene pubblico può storcere il naso, pensando ad un’amministrazione incapace di mantenere la proprietà perfino dei beni minimi e storici, come è la cappella di un cimitero, dall’altro lato, chi ha una visione liberista dello Stato e dei suoi enti può essere contento per questo tentativo di vendita messo in atto dal comune. La base d’asta è stata fissata a quota 45 mila euro per la chiesa che ha una superficie di 120 metri quadri e contenente 12 loculi. Le buste contenenti le offerte verranno aperte il 31 gennaio.

Condividi
Indietro