Policoro. Nasce “L’ultimo miglio”, la prima Casa del Commiato.

Si inaugura sabato 20 ottobre, a Policoro, la prima Casa del Commiato, “L’Ultimo Miglio”, un luogo decoroso e riservato dove la famiglia può decidere di trasferire il defunto prima delle esequie in alternativa alle strutture sanitarie o alla propria abitazione. È una struttura moderna, un luogo discreto e riservato, di conforto alle famiglie che hanno perso un loro caro, è un luogo destinato a ricevere, custodire ed esporre la salma di persone decedute in abitazioni private o in strutture sanitarie e ospedaliere, fino alle esequie. Le camere ardenti allestite presso gli obitori tradizionali hanno spazi limitati, quasi sempre con presenza di più salme che obbligano i parenti dei defunti ad una condivisione inopportuna quanto inadeguata degli spazi dedicati, con l’impossibilità di raccoglimento e di preghiera per parenti e amici, con una ristrettezza degli orari che impediscono di vegliare la salma nelle ore serali e notturne, e perché luoghi freddi, di solito situati nei sotterranei degli ospedali e spesso anche poco arieggiati, e quindi con una situazione igienico sanitaria precaria. In altri casi, molto spesso, le salme sono ospitate nell’abitazione della famiglia del defunto, e ciò crea non pochi disagi ai familiari i quali perdono, per due giorni, completamente la privacy. “L’Ultimo Miglio” è una struttura fruibile 24 ore su 24 e facilmente accessibile: ha due sale per ospitare le salme, allestite in modo diverso e, soprattutto, disponibili a cittadini di qualunque credo religioso. Ha inoltre un accogliente salotto in cui amici e parenti possono sostare in attesa dell’ultimo saluto, un guardaroba per riporre ordinatamente giacche e cappotti e un angolo ristoro in cui somministrare cibo e bevande per i familiari più stretti che rimangono con la salma per tutto il tempo. Presenta, inoltre, ampi parcheggi privati con accesso riservato.

Condividi
Indietro