Teolo. I monaci chiedono di riaprire il cimitero.

I benedettini di Praglia hanno espresso il desiderio, quando passano a miglior vita, di essere sepolti all’interno delle mura del complesso monastico, come accadeva in passato. Per questo hanno chiesto al Comune di Teolo il ripristino dell’area cimiteriale sotto la scalinata monumentale dell’abbazia, in disuso da oltre sessant’anni, ma in buono stato di conservazione. Il desiderio dei religiosi di Praglia di essere sepolti all’interno delle mura dello storico sito monastico incontra però alcuni ostacoli burocratici di non facile superamento, proprio perché il cimitero sotto la scalinata non accoglie più salme di monaci da decenni.

Condividi
Indietro