India. Liquore adulterato: il bilancio sale a 156 morti avvelenati.

È salito, affermano le autorità locali, ad almeno 156 morti e 200 intossicati il bilancio di due distinti episodi nel nordest dell’India in cui persone hanno bevuto liquore adulterato, giovedì scorso. Le vittime di uno dei più letali incidenti legati ai liquori in India sono perlopiù operai di piantagioni di the dei distretti di Golaghat e Jorhat nello Assam, il più grande stato indiano di produzione di he con oltre mille piantagioni.
I lavoratori hanno consumato un liquore contaminato con alcol metilico, una sostanza chimica che attacca il sistema nervoso centrale. Hanno cominciato a perdere i sensi e sono stati portati di corsa negli ospedali vicini.
Il proprietario di un’unità di produzione locale di bevande e altre 13 persone sono state arrestate. La gente del posto ha vandalizzato la casa di uno di loro arrestati. Le autorità hanno raccolto campioni per i test medici.
Le morti per l’alcol prodotto illegalmente sono comuni in India, perché i poveri non possono permettersi i marchi con licenza dai negozi gestiti dal governo. Il liquore illecito è economico e spesso adulterato per aumentare la gradazione.

fonte: tgcom24.mediaset.it

Condividi
Indietro