Brindisi, donna per 13 anni con un feto morto nel grembo: salvata dai medici.

Sui social network si è diffusa la notizia di una donna di 53 anni che ha rischiato la vita perché negli ultimi 13 anni nessun medico si è accorto che aveva nel suo addome un feto mai nato. La donna aveva partorito nel 2005 con taglio cesareo ma all’interno dell’addome era stato lasciato un altro gemello che però non si era sviluppato nelle 40 settimane di gestazione. L’episodio sarebbe accaduto in un ospedale veneto.
I condizionali sono d’obbligo in questa storia visto che la fonte primaria è un giornale locale del Brindisino il quale scrive di quanto accaduto ad una signora di Francavilla Fontana, una bracciante agricola, che nel 2005 aveva partorito il suo quarto figlio. Una gravidanza non priva di complicanze tant’è vero che per concluderla era stato necessario un parto cesareo.
Da quel giorno la vita della signora non è stata più la stessa. Dolori improvvisi e sanguinamenti che l’hanno costretta anche ad abbandonare il lavoro. Nessuno, incredibilmente, si accorge di quello che hanno poi scoperto i sanitari di un ospedale veneto, regione nella quale i protagonisti di questa assurda vicenda si erano nel frattempo trasferiti.

continua a leggere

Condividi
Indietro