Il trionfo delle illusioni e della vacuità!

Apprendiamo da Facebook come stiano proliferando nel nostro Paese eventi su tanatoestetica/tanatoprassi promossi da aziende italiane ed estere che trattano prodotti specifici sulla materia. Si tratta di mere operazioni commerciali che, in quanto tali, hanno piena legittimità ad essere organizzate purché non vengano spacciate quali “approfondimenti scientifici”, tanto più perché si lavora su manichini e non direttamente sulle salme con le differenze che chiunque, anche gli operatori più sprovveduti, può facilmente comprendere.
Ci domandiamo però quali titoli accademici vantino i cosiddetti “docenti” o “relatori” e quali competenze specifiche abbiano maturato pur avendo, in qualche caso, frequentato per pochi giorni corsi di Formazione Specialistica sulla tanatoestetica. E quanta credibilità possano avere non avendo sviluppato alcuna esperienza diretta quali operatori funerari!
Sappiamo che alcuni di essi si presentano addirittura, sul proprio biglietto da visita, quali “tanatoprattori” e vi invitiamo a diffidare di chi, senza titoli e pur sapendo che tale professione non è ancora riconosciuta in Italia, abusa della buona fede degli Impresari e delle famiglie dolenti.
Il mondo pullula di “scienziati” improvvisati e il settore funerario, evidentemente, non è immune da questo triste fenomeno!
É davvero il trionfo delle illusioni e della vacuità!

Carmelo Pezzino
Direttore TGFuneral24

368

Condividi
Indietro