Pozzuoli. Mamma, papà e bimbo veneziani inghiottiti dalla solfatara. Morti in pochi istanti.

Quattro giorni di vacanza all’ombra del Vesuvio. Per ammirare le bellezze di Napoli. Per poi far ritorno a casa, a Meolo, in provincia di Venezia. Una famiglia normale, padre, madre e due ragazzi di 11 e 7 anni. Martedì era il giorno della visita all’affascinante cratere della Solfatara. Tutto normale e gita spensierata. Poi la tragedia, nel giro di pochi secondi: il bimbo sfugge al controllo dei genitori, cade nella voragine nei pressi della cosiddetta “fungaia”. Mamma e papà tentano di salvarlo, ma le esalazioni non danno scampo.

continua a leggere

226

Condividi
Indietro