fbpx

L’addio ultimo al tempo del Covid-19.

L’emergenza Coronavirus ha cambiato il rito dell’ultimo saluto, questa contingenza ha drasticamente modificato il concetto del funerale, che ora non è più il momento in cui si può vivere un dolore, ma è divenuta una pratica costrettamente veloce.
Il titolare dell’impresa funebre NAOF, Enrico Biondi ci spiega, come i decreti nazionali abbiamo cambiato di molto la loro operatività, di come ora debbano applicare nuovi regolamenti.
Nello specifico gli abbiamo chiesto, cosa cambia per chi perde una persona cara in questi giorni? “Sono momenti difficili, ci troviamo ad affrontare una situazione straordinaria.
Già nella pratica del nostro lavoro le famiglie affrontano il dolore di un caro a loro venuto a mancare in questo periodo inoltre non hanno la possibilità di poterlo vedere per l’ultima volta, di poterlo salutare, di dirgli addio come avrebbero voluto e di conseguenza potere, attraverso noi, organizzare un degno e decoroso funerale.

continua a leggere

Indietro