Imprese Funebri: stretta anticorruzione della Regione.

Bologna. Controlli rigidi sulle imprese di onoranze funebri presenti sul territorio dell’Emilia-Romagna, che dovranno essere accreditate per poter operare nelle strutture sanitarie e socio-sanitarie, pubbliche e private accreditate, con la possibilità di tracciare, attraverso l’uso di badge, chi accede alle camere mortuarie.
Sarà così possibile verificare in tempo reale eventuali concentrazioni sospette nell’assegnazione dei funerali alle stesse imprese.
E poi introduzione di requisiti minimi numerici, per personale e mezzi; e obbligo della Scia (Segnalazione certificata di inizio attività) anche per l’apertura delle sedi secondarie delle imprese.

continua a leggere

 

Condividi
Indietro