Quando spetta il permesso per lutto.

In quali casi e con quali modalità viene concesso il permesso per lutto? Ogni lavoratore dipendente ha diritto, per legge, a tre giorni lavorativi di permesso nell’anno per lutto familiare, ossia per la morte del coniuge, di un parente entro il secondo grado o del convivente (in quest’ultimo caso, la stabilità della convivenza va dimostrata tramite certificato anagrafico). Si tratta, dunque, di permessi retribuiti – cioè goduti a spese del datore di lavoro – e che si riferiscono a giornate lavorative, ossia che non comprendono i giorni festivi e il sabato (nel caso di settimana lavorativa corta), tranne in alcuni casi particolari che vedremo. Ne possono usufruire anche i lavoratori a tempo determinato.

continua a leggere

Condividi
Indietro