Sardegna. La nuova legge in materia funebre e cimiteriale.

Il Consiglio Regionale, su proposta del consigliere Piero Comandini (PD), ha approvato la nuova legge in materia funebre e cimiteriale. “Il risultato costituisce un indubbio passo avanti nel processo di semplificazione e di professionalizzazione delle attività funebri, ma anche e soprattutto nel rispetto della dignità, delle convinzioni religiose e culturali e del diritto di ognuno di poter scegliere liberamente la forma di sepoltura, la cremazione e la destinazione delle ceneri. La Sardegna è la penultima regione italiana che ha legiferato in materia, con un vuoto normativo che risale agli anni ’90. Questa proposta si allinea alla normativa nazionale ed è stata elaborata, con 54 articoli, con l’obiettivo di disciplinare il settore con regole certe e valide per tutti, che garantiscano il diritto dei più deboli ad avere assicurata una sepoltura dignitosa e nel contempo salvaguardare da speculazioni economiche di qualsiasi natura. La legge mira, inoltre, a disciplinare l’intero comparto in tutte le sue fattispecie concrete stabilendo i compiti della Regione, degli enti locali e dell’Azienda per la Tutela della Salute (ATS) come garanti dell’applicazione delle norme proposte, ma che a loro volta sono destinatari di regole ben precise da osservare”.

continua a leggere

Condividi
Indietro