Quando Luciano Carraro portò in gondola la bara con le spoglie di Igor Stravinskij.

In viaggio con Igor Stravinskij da Roma a Venezia. O meglio, con il corpo del grande compositore russo, destinato alla sepoltura a Venezia: è questo il ricordo professionale più vivo ed emozionante di Luciano Carraro, titolare con il figlio Oscar, dell’omonima impresa di onoranze funebri che da tre generazioni mette il proprio nome sui funerali di Villanova.

continua a leggere

Condividi
Indietro