Memoria Expo 2019. Un successo annunciato.

Memoria Expo ha chiuso con il botto. L’affluenza delle tre giornate ha confermato la bontà dei principi di selezione secondo i quali, per accedere alla manifestazione, si richiede come “conditio sine qua non” l’italianità assoluta degli espositori, quasi a voler apporre un’autentica certificazione di qualità, di prestigio e di affidabilità ai prodotti e ai servizi presentati.
Più di 6.000 visitatori, di cui 300 operatori esteri, hanno visitato la rassegna generando una positiva ricaduta sull’economia del territorio. “Questi numeri confermano la tesi secondo cui la fiera è uno strumento efficace per il Marketing della città, della Franciacorta e dei laghi che hanno potuto beneficiare di queste presenze” afferma Leonardo Pericciuoli, organizzatore della manifestazione. “Ogni operatore infatti si è trattenuto a Brescia almeno due giorni”.
L’edizione 2019 è stata segnata da importanti novità: la nuova normativa funeraria presentata anche dalla Vicepresidente alla Commissione Sanità della Regione Lombardia, Simona Tironi, e l’ampliamento merceologico che ha incluso aziende che si occupano della cremazione di animali domestici, un capitolo affrontato anche dalla riforma. Memoria Expo tornerà per la sua IV edizione nel 2021.

vai alla galleria immagini

 

Condividi
Indietro