Salerno. Scoppia davanti all’obitorio la rissa per il funerale.

Rissa incredibile all’ospedale Ruggi di Salerno, per via di una lite tra il titolare di un’agenzia funebre e il responsabile dell’obitorio: il primo si stava facendo pubblicità per organizzare il funerale di una persona appena deceduta. La vicenda nasce quando il responsabile del servizio ospedaliero si accorge che l’impresario avvicinava i parenti del morto per consegnare a suo dire un volantino o un biglietto da visita dell’agenzia. Qualcosa di vietato, tanto che il responsabile sarebbe intervenuto dicendo che non era possibile quanto si stesse verificando davanti alla camera mortuaria. Da qui sarebbe nata un’accesa discussione e le versioni diventano contrastanti, tanto è vero che l’imprenditore, scuro in volto, si è recato al drappello per presentare denuncia asserendo di essere stato aggredito dal dipendente dell’ospedale. L’episodio ha scatenato numerose polemiche: l’operatore funebre ha affermato di non aver fatto nulla, anzi di essere stato a sua volta minacciato con una mano sul petto. Tanto che sono stati indicati dei testimoni che erano presenti al fatto e che sono stati ascoltati dagli agenti di polizia. Sarebbero stati visionati anche i filmati delle telecamere presenti sul posto.

Condividi
Indietro