fbpx

Le Imprese Funebri possono continuare ad operare.

Il Decreto Presidente del Consiglio 22 marzo 2020 ha introdotto ulteriori misure atte al contenimento del Covid-19 fra le quali rientra la sospensione di tutte le attività produttive industriali e commerciali ad esclusione di quelle previste nell’Allegato 1. Fra quelle autorizzate rientrano i produttori di cofani, mentre qualche apprensione ha destato nella categoria la non inclusione nell’elenco del Codice Ateco 96.03 (Servizi di Pompe Funebri e attività connesse). Falso allarme! Le Imprese Funebri possono continuare ad operare in quanto l’Articolo 1, comma 1, del Decreto dispone che non sono sospese tutte le attività previste nel DPCM 11 marzo 2020.
Raccomandiamo ovviamente a tutti gli Operatori il massimo rispetto di tutte le misure contenute nelle diverse disposizioni nazionali e regionali e il rigoroso utilizzo dei necessari Dispositivi di Protezione Individuale.

Indietro