fbpx

Decalogo social per i funerali.

La scomparsa di David Sassoli ha lasciato tutti attoniti: la sua è stata una morte ingiusta e inaspettata. L’ondata di commozione online è stata potentissima e ha testimoniato quanto le persone fossero affezionate a quest’uomo gentile, un giornalista al servizio della politica. Come sui social, così dal vivo, le persone si sono riversate per un ultimo addio alla camera ardente in Campidoglio. Ma, insieme alle lacrime, c’è chi ne ha approfittato per farsi una foto con il feretro e condividerla online: alcuni cittadini, ma soprattutto politici di diversi schieramenti, da Giuseppe Conte a Monica Cirinnà, da Laura Boldrini ad Enrico Letta. Che caduta di stile questo voler essere protagonisti a tutti i costi, proprio il contrario di quello che era Sassoli. Propongo dunque un decalogo social per quando muore una persona famosa, buone maniere per rispettare il defunto e la sua famiglia: 1. un messaggio di cordoglio è sempre accetto, ma siate originali; 2. vietato scrivere io, non siete voi i protagonisti; 3. ok al racconto di un ricordo particolare; 4. la foto insieme solo se eravate amici, sennò fa mitomane; 5. mai foto con la bara; 6. mai selfie alla camera ardente; 7. mai foto del funerale, non è un concerto; 8. ok alla foto di una corona di fiori; 9. non si esulta per la morte di nessuno; 10. dimenticate odio e complottismi. Come scrive Instagram ultimamente: rendiamo i social un luogo dove poter convivere civilmente.

Maddalena Messeri

fonte: leggo.it

Indietro