Giochiamo a carte scoperte!

Dopo aver letto quanto pubblicato da Feniof su “L’Informatore” in merito al Disegno di Legge presentato dal Senatore Stefano Vaccari, sono rimasto ancora una volta sconcertato per la presunzione e per la supponenza con le quali l’argomento è stato trattato.

Oltre alle critiche assolutamente generiche espresse sul testo, ritenuto “avverso al bene del settore” e portatore di “dannosi monopoli” e di “turbative”, mi ha colpito il passaggio in cui si afferma che “la Presidenza del Consiglio dei Ministri ha ben chiara la posizione di Feniof e, soprattutto, chi siano le vere rappresentanze del settore funebre e cimiteriale italiano che si sarebbero dovute preventivamente consultare”.

In base a quali meriti o a quali privilegi Feniof, e non altre Organizzazioni, dovrebbe essere ritenuta “vera rappresentanza del settore funebre e cimiteriale italiano”? Ma Sefit, EFI ed Asnaf rappresentano forse altri comparti o altre categorie professionali?

Siamo stufi di non essere considerati o di essere guardati dall’alto in basso solo perché abbiamo una storia più recente! E se per rappresentare una filiera occorre essere firmatari di un CCNL, ricordino questi signori che Asnaf&AS può vantare un accordo pienamente riconosciuto ed efficace!

E come mai Feniof ha sempre “dimenticato” di far sapere di aver partecipato, in più di una occasione, al tavolo tecnico in cui si sono discussi i contenuti del testo di legge e di averli in prima battuta per lo più approvati e solo successivamente, come spesso è accaduto anche in passato, contestati per non volersi assumere alcuna responsabilità?

È giunto il momento di giocare a carte scoperte!

Ciascuna Organizzazione abbia il coraggio di rendere pubblici il numero dei propri iscritti (quelli veri, che pagano le quote annuali!), gli obiettivi che intendono perseguire e le strategie da mettere in atto per raggiungerli!

E se questo non dovesse avvenire la invito, egregio Direttore, a voler sondare direttamente la categoria per verificare da chi e su che cosa si sente realmente rappresentata! Vedrà, i risultati saranno davvero sorprendenti!

Jorio Ronca (Presidnte ASNAF&AS)

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Indietro