Bojano. Vivo e in buona salute, ma al cimitero c’è già la lapide.

È sicuramente singolare, anche se non è il primo caso del genere. Al cimitero di Monteverde, entrando sul lato sinistro nella fila in basso, prima della transenna, c’è un loculo sulla cui lapide figura la foto, come tante altre tombe, di una persona, con il suo nome e la data di nascita, manca soltanto quella della morte. Si tratta di Antonio Scinocca, nato il 16 marzo 1942. La foto è di qualche anno fa, quando era più giovane, ed è stata scattata in qualche occasione gioiosa perché appare sorridente, mentre suona la fisarmonica. Manca, come dicevamo, solo il dettaglio della data del decesso. Qualcuno potrebbe pensare che sia una dimenticanza del marmista a cui è stata commissionata la lapide. Anche sui registri dell’ufficio anagrafe del Comune non compare nessuna data dell’ultimo viaggio. Nulla di tutto ciò.

continua a leggere

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Indietro