fbpx

Marche. Suicidio assistito: deciso il farmaco per Mario.

Una commissione di esperti ha stabilito che è corretto utilizzare il Tiopentone per il suicidio assistito di Mario, un 44enne tetraplegico che mesi fa ha ingaggiato una battaglia legale con l’Azienda Sanitaria Unica Regionale per l’applicazione della sentenza della Consulta Cappato-Dj Fabo. Per l’associazione Coscioni è una svolta storica: “La validazione del farmaco e delle modalità di auto somministrazione creano finalmente un precedente che consentirà a coloro che si trovano e si troveranno in situazione simile a quella di Mario di ottenere, se lo chiedono, l’aiuto alla morte volontaria senza dover più aspettare mesi“. Della storia di Mario si era iniziato a parlare lo scorso giugno quando il tribunale di Ancona aveva stabilito che l’Asur regionale dovesse verificare le sue condizioni per capire se sussistessero le condizioni che rendono l’aiuto al suicidio non punibile. Con questa sentenza, il tribunale applicava di fatto per la prima volta quella della Corte Costituzionale del 25 settembre 2019.

continua a leggere

Indietro