Imperia. Il cimitero della vergogna: lapidi e croci rotte, crepe nei loculi, intonaco a pezzi.

Tombe scoperchiate, lapidi con tanto di nome cognomi frantumate e abbandonate per terra, cumuli di pietre e terra a ogni angolo, pareti piene di crepe, soffitti e intonaci scrostati, ostacoli insormontabili per anziani con problemi di movimento e disabili. È questa la “fotografia” del cimitero dei Piani, la frazione più popolosa della città, costretto dalla totale assenza di interventi di questa e delle passate amministrazioni comunali a vivere in uno stato di degrado e di trascuratezza da brividi. L’inizio del viaggio dice tutto: il gradino di accesso al camposanto è alto non meno di 30 centimetri. Nessuna passerella che possa quantomeno aiutare i più anziani a entrare. Ai lati un ammasso di pietre e terra di risulta.

continua a leggere

258

Condividi
Indietro