Via Fani: la strage ricostruita in 3D.

via-faniRoma 16 marzo 1978: in via Fani ha inizio quello che 55 giorni dopo si confermerà come il più grave delitto politico della storia della Repubblica Italiana, il rapimento e la successiva esecuzione del presidente della DC Aldo Moro e l’uccisione di tutti i membri della sua scorta. Una storia infame affrontata in svariati processi e numerose inchieste. Una vicenda dove la verità sembra ancora lontana, condita da depistaggi e reticenze, enigmi rimasti senza risposta: in pratica una storia di politici, di terroristi e di servizi segreti, attori frequenti in numerose “questioni” di Stato. Per la ricostruzione della scena del crimine i poliziotti della Scientifica si sono serviti di appositi strumenti denominati Laser Scanner terrestri, ovvero apparati topografici che permettono di rilevare la geometria di un ambiente o di un oggetto, per poi ricostruirla virtualmente con un’altissima precisione dei dettagli.

continua a leggere

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Indietro