SefitDieci a Caserta il 7 ottobre. Il giorno dopo si firma un protocollo d’intesa per la valorizzazione dei cimiteri monumentali italiani.

Il tradizionale appuntamento annuale di approfondimento sui temi concernenti il settore funebre e cimiteriale organizzato da Utilitalia Sefit si terrà a Caserta venerdì 7 ottobre 2016 presso la Sala Consiliare della Camera di Commercio. Tra gli obiettivi quelli di conoscere meglio le realtà del Mezzogiorno e di illustrare le soluzioni studiate da Sefit. L’appuntamento è stato organizzato a Caserta anche sulla base dell’invito pervenuto dal Direttore della Reggia, Mauro Felicori, che per anni è stato Presidente di Asce. L’8 ottobre, dopo la firma di un protocollo tra il Ministero dei Beni Culturali e del Turismo e Utilitalia Sefit per la valorizzazione dei cimiteri monumentali, si svolgerà una visita guidata alla Reggia: una occasione imperdibile!

felicoriÉ un tema cui ho dedicato sette anni della mia vita senza mai poi separarmene del tutto” afferma Felicori. “Forte di questa esperienza, credo unica, mi sento di dire che la firma di questo protocollo è un atto politico e istituzionale di prima grandezza. È la prima volta che il Mibact riconosce nel modo più autorevole i cimiteri come beni culturali, come già hanno fatto il Consiglio d’Europa, con l’inserimento fra gli Itinerari culturali, e la stessa Commissione europea con il premio Europa Nostra. Per me personalmente è una gioia immensa”.

barreraSoddisfazione è stata espressa anche dal neo responsabile Sefit, Pietro Barrera, che ha curato assieme ai dirigenti ministeriali la stesura del protocollo. “È un documento centrato in particolare sugli aspetti turistici cimiteriali, ma l’aver posto i riflettori sul sistema cimiteriale italiano non potrà che far emergere i problemi che lo attanagliano e le soluzioni necessarie”.

maturaniFra gli invitati anche la Senatrice Giuseppina Maturani, relatrice al Senato del Disegno di Legge unificato di riforma dei servizi funerari.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Indietro