Filippine. Il neo-presidente Duterte “minaccia” di morte i giornalisti “cattivi”.

Dopo aver annunciato la reintroduzione della pena di morte, vi è stata oggi una nuova boutade del neo-presidente delle Filippine Rodrigo Duterte, il quale ha affermato che i giornalisti corrotti potrebbero essere assassinati. “Solo perché siete giornalisti non siete protetti dagli assassinii, se siete figli di puttana”, ha detto durante una conferenza stampa a Davao. “C’è ancora corruzione tra di voi, se siete invece bravi giornalisti nessuno vi toccherà specialmente se quello che scrivete è vero”.

continua a leggere

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Indietro