Drappi neri, campane che suonano a lutto: l’isola di Procida si ribella al ridimensionamento del solo presidio ospedaliero della zona.

Le campane suonano a lutto questa mattina nel borgo della Corricella, set de “Il postino“. Mentre il consiglio comunale si ritira in seduta permanente, i giovani studenti sfilano e si accodano alle proteste che stanno sconvolgendo l’isola da giorni e le donne stendono lenzuola bianche alle finestre. La popolazione si ribella al provvedimento che comporterebbe un ridimensionamento dell’unico presidio ospedaliero, il “Gaetanina Scotto“, sopprimendo il pronto soccorso attivo h24 e sostituendolo con un punto di primo intervento con soli tre posti letto.

continua a leggere

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Indietro