6 febbraio 1971. Un terremoto sconvolge Tuscania.

Il 6 febbraio del 1971, poco dopo le 19, un terremoto sconvolgeva Tuscania, un piccolo centro situato nella provincia di Viterbo noto per il suo patrimonio archeologico risalente al medioevo. Il terremoto di Tuscania causò gravi danni alla cittadina dove venne fortemente danneggiato l’antico centro storico medievale, caratterizzato da costruzioni con muri a secco e molto vulnerabili: il bilancio fu di 21 vittime, un centinaio di feriti e migliaia di senzatetto. Quello di Tuscania è uno dei terremoti meno ricordati della storia recente d’Italia, ma oltre al carico di morti e feriti provocò gravissimi danni al patrimonio storico locale, danneggiando seriamente le chiese romaniche di San Pietro e Santa Maria Maggiore.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Indietro