Civitavecchia. Il forno crematorio fa boom.

Quattordici salme in poco più di 72 ore, la metà di Civitavecchia e la metà provenienti da altre zone del Lazio e della bassa Toscana. Sembrano numeri record quelli stabiliti dal forno crematorio di Civitavecchia, il tanto contestato impianto realizzato all’interno del cimitero di via Braccianese Claudia e che ha iniziato ufficialmente a funzionare martedì scorso.

continua a leggere

Condividi
Indietro