Trecate. Come funziona la cremazione.

La società Altair Progetto Trecate, concessionaria del servizio di cremazione nel Comune di Trecate, ha presentato ieri il nuovo sistema di tracciabilità automatizzato delle cremazioni attivato sperimentalmente presso il Tempio Crematorio della cittadina novarese. Si tratta di un sistema innovativo sviluppato dal Gruppo Altair, leader in Italia nel settore con numerosi impianti gestiti su tutto il territorio nazionale, che consentirà il raggiungimento di due obiettivi fondamentali: l’azzeramento della possibilità di errore umano nella gestione delle cremazioni e la tracciabilità di tutto il processo di cremazione dall’arrivo del feretro alla struttura alla riconsegna delle ceneri. Una novità assoluta. “Da mesi stiamo lavorando sul perfezionamento di un sistema di automazione che garantisca la massima sicurezza nel processo aziendale e ancor più trasparenza nei confronti delle famiglie e delle onoranze funebri: con l’ausilio di laureandi dell’Università di Pavia e di società specializzate abbiamo sviluppato un sistema dall’alto contenuto tecnologico e fortemente innovativo per creare un nuovo modello gestionale di eccellenza”. Attraverso l’attribuzione di un codice a barre a feretri e urne, tutte le fasi del processo di cremazione vengono registrate dagli operatori attraverso l’utilizzo di lettori ottici che elaborano le informazioni ricevute e consentono, qualora la procedura sia corretta, di accedere allo step successivo della procedura codificata: in questo modo non solo l’utenza potrà conoscere, su richiesta, tutti i dettagli del processo di cremazione del feretro del proprio caro (oltre a poter visionare da monitor la fase più significativa dello stesso), ma gli operatori lavoreranno nella massima sicurezza senza possibilità di errore.

Condividi
Indietro