Colleferro. Spacciava droga tra le tombe: arrestato addetto alla manutenzione del cimitero.

Aveva scelto un luogo decisamente insolito per spacciare droga: il cimitero di Colleferro. L’uomo, dipendente di una ditta esterna che effettua alcuni lavori di manutenzione all’interno del camposanto, probabilmente aveva pensato che a nessuno sarebbe venuto in mente di controllare i suoi movimenti proprio all’interno della zona destinata alle inumazioni. Ma si sbagliava perché i carabinieri si sono insospettiti proprio per un viavai troppo rapido di gente che entrava e usciva dal cimitero e lo hanno scoperto e arrestato. A finire in manette, arrestato dai carabinieri della stazione di Gavignano, è stato un 61enne del posto, operaio, già noto alle forze dell’ordine per reati contro il patrimonio e in materia di stupefacenti. Dopo aver monitorato i suoi spostamenti, i carabinieri sono passati in azione fermando lo spacciatore in flagranza di reato, sorpreso a cedere dosi di cocaina ad un assuntore locale. A quel punto, i militari hanno perquisito l’armadietto che utilizzava per cambiarsi, dove hanno trovato 50 grammi di hashish suddivisi in dosi, un bilancino di precisione e denaro contante, ritenuto provento dello spaccio. Invece a casa del pusher i carabinieri hanno trovato altre dosi della stessa sostanza. L’arrestato è stato sottoposto agli arresti domiciliari in attesa di giudizio, mentre l’acquirente è stato segnalato quale assuntore di sostanza stupefacente alla prefettura.

Condividi
Indietro