fbpx

Diciannovenne condannato a morte per aver bestemmiato. Ma prima di morire si ribella al boia.

Ha rifiutato di piegare la testa e sottostare alle rigide regole imposte dal Califfato nella sua città: Amjad Mohammed Ben Sasi, 19 anni, è stato giustiziato in pubblica piazza a Sirte, in Libia, per essersi rifiutato di pentirsi dopo aver bestemmiato in strada durante una lite con un vicino.

continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Indietro