fbpx

La (censurata) tragedia della divisione Texas.

I bambini giocano tra le macerie, guardano con curiosità mista a paura l’obiettivo della macchina da presa. I soldati, invece, giacciono a terra dilaniati dalle granate. Nessun contrasto apparente, ma due aspetti della stessa terribile guerra. John Huston, maestro del cinema hollywoodiano degli anni d’oro, descrive con estremo realismo e senza alcuna pietà The Battle of San Pietro. Trentadue minuti (la versione originaria durava più di un’ora, ndr.) in bianco e nero per raccontare otto giorni. Quelli  che dall’8 al 16 dicembre 1943 portarono alla completa distruzione del paesino della provincia di Caserta, durante la Campagna d’Italia. Circa 130 dei suoi abitanti persero la vita, mentre il calcolo delle perdite subite dalla 36esima divisione americana Texas ammontò a circa 1000 uomini tra morti, feriti e dispersi.

continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Indietro