Una milizia autorizzata a uccidere: così sono nati i templari.

Chiunque sei, o soldato di Cristo, che hai scelto tale santa conversione, è necessario che usi una pura diligenza verso la tua professione e una ferma perseveranza“. Con queste parole l’antica regola dei Pauperes Commilitones Christi accompagnava i membri dell’Ordine templare. Diligenza e perseveranza, i fari di chi decideva di vestire il doppio abito di milite e di monaco. “Ora et pugna”, potremmo sintetizzare con infantile semplicità. Ma è così. I templari erano davvero la sintesi di due mondi apparentemente inavvicinabili: l’arte della guerra e l’adorazione di Dio.

continua a leggere

Condividi
Indietro