fbpx

Daverio, in fila per la camera ardente a Milano.

La fila di persone è diventata particolarmente lunga dalle 17, sotto il porticato della Pinacoteca di Brera, ma per tutto il giorno non si è mai interrotto l’omaggio aPhilippe Daverio, critico d’arte, docente, divulgatore tv ed ex assessore della Cultura di Milano, morto nella notte tra il 1° e il 2 settembre all’Istituto dei Tumori a poche settimane dal suo 71mo compleanno.
Il feretro è stato esposto nella Sala della Passione, una cassa di legno bianco, sulla quale la moglie Elena Gregori ha voluto sistemare la targa con la decorazione della Legione d’onore, appoggiandovi sopra anche un papillon giallo, gli occhiali di Daverio e una rosa rossa.

continua a leggere

 

Indietro