È morto Jacques Chirac. La Quinta Repubblica francese perde il suo “bulldozer”.

La Quinta Repubblica francese perde il suo “bulldozer”. L’ex presidente Jacques Chirac si è spento oggi all’età di 86 anni a Parigi. Ad annunciarlo all’agenzia France Presse è stata la famiglia questa mattina.
La notizia è subito rimbalzata sui principali social network e sulle home page di tutti i media nazionali, che dopo pochi minuti avevano già on line il loro coccodrillo. La Francia si è improvvisamente fermata per ricordare il suo ex presidente, che ormai conduceva una vita riservata al fianco della moglie Bernadette in uno stato di salute sempre più precario.
“Ci riconosciamo tutti in quest’uomo che ci somigliava e ci riuniva”, ha detto il presidente Emmanuel Macron in un discorso alla nazione trasmesso in serata a reti unificate. “Chirac incarna una certa idea della Francia”, ha sottolineato Macron, parlando di una figura che ha saputo rendere il paese “indipendente e fiero”.
L’inquilino dell’Eliseo ha evocato gli impegni del suo predecessore, ponendo l’accento su alcune sfide ancora oggi attuali, come quella per l’ambiente. “Il grido d’allarme che lanciò per agire contro il riscaldamento climatico non fu solo quello di un capo di Stato ma di un uomo tra gli uomini”, ha detto Macron, ricordando quando Chirac affermò che “la nostra casa brucia” durante un discorso pronunciato nel 2002 a Johannesburg.

continua a leggere

 

Condividi
Indietro