Addio a Cosimo Cinieri, una vita per il teatro: lavorò con Carmelo Bene.

É morto dopo una lunga malattia l’attore Cosimo Cinieri. Aveva 80 anni. Esponente di un teatro sperimentale e di avanguardia, legò il suo nome a quello di Carmelo Bene in un sodalizio che durò alcuni anni.
Ha lavorato molto anche per il cinema e per la televisione, prendendo parte anche ad alcune note campagne pubblicitarie.
Nato il 20 agosto 1938 a Taranto è storicamente annoverabile tra i più rilevanti esponenti del teatro Italiano. Dimostrò il suo talento fin da giovane, frequentando dal 1961 la scuola di recitazione a Roma per poi diplomarsi con Alessandro Fersen nel 1963. Celebre il sodalizio con Carmelo Bene con cui divise per anni la scena da comprimario, in capolavori come “SADE” e “Otello o la Deficienza della Donna”. Nipote del drammaturgo Cesare Giulio Viola, il suo teatro ha rappresentato negli anni 60, 70 e 80 un riferimento imprescindibile dell’avanguardia in Italia.
Instancabile sperimentatore, dal 1978 diresse con la moglie Irma Immacolata Palazzo la Compagnia Cinieri-Palazzo, producendo 36 spettacoli di successo. Ha lavorato anche per il cinema al fianco di registi come Lucio Fulci, Bernardo Bertolucci, Franco Indovina, Fernando Arrabal, Massimo Troisi, Luigi Magni, Edoardo Winspeare. I più giovani lo ricorderanno anche per aver prestato il volto ad alcuni celebri spot televisivi, come quello della Balocco, di cui fu testimonial per anni nel periodo natalizio.

fonte: tgcom24.mediaset.it

Condividi
Indietro