Toscana. Commiato e camere mortuarie. Il M5S: “Manca una norma sulle distanze minime”.

Il Movimento 5 Stelle solleva il problema delle distanze minime tra strutture funerarie (cappelle del commiato, camere mortuarie) e abitazioni o luoghi ricreativi. Presentata una mozione a prima firma Andrea Quartini, consigliere regionale M5S in Commissione Sanità. “La normativa regionale non si è occupata di una piccola questione di sensibilità politica: definire la distanza minima tra il luogo dove i cari di un defunto vanno a salutarlo per l’ultima volta, esigendo giustamente un contesto di raccoglimento emotivo, e spazi di aggregazione incompatibili con questi sentimenti. Oggi abbiamo città toscane con situazioni paradossali come le camere mortuarie a pochi passi dalla sala ricreativa dove si fanno le feste di compleanno o al piano terra di un condominio. Situazioni superabili da un intervento normativo che, per la sua natura tecnica, dovrebbe impegnare la giunta regionale. Si tratterebbe di un atto di buon senso: per questo auspichiamo che il Consiglio regionale sia unanime nel votare la nostra proposta”.

247

Condividi
Indietro