Torino. Halloween ad agosto: un gruppo di pittori tra le lapidi del cimitero monumentale.

Dipingere al cimitero monumentale è una esperienza magica: è come se con i colori e con l’inchiostro riuscissi a far rivivere le statue, le lapidi, le immagini dei defunti”. Lorella Massarotto, artista di Avigliana, è seduta davanti alla statua dedicata a Isa Bluette, la soubrette torinese degli anni Trenta. E mentre la reinterpreta sul block notes in chiave gotica, fantastica sulla sua vita. “Il cimitero è ricco di spunti creativi: il silenzio, i gruppi scultorei, le luci e le ombre”. Massarotto è una dei venti artisti che sono stati al Monumentale per un workshop organizzato dall’associazione Caus, il centro arti umoristiche e satiriche di Raffaele Palma.

continua a leggere

250

Condividi
Indietro