Senegal. Un cimitero per cristiani e musulmani nel segno della tolleranza.

Il cimitero di Fadiouth, la piccola isola senegalese delle conchiglie, si raggiunge percorrendo a piedi una passerella di legno sul braccio di mare, tra carri carichi di miglio trainati dagli asini. In lontananza, sulla sommità della collina, compare una grande croce bianca. Tutt’intorno, una distesa fitta di croci candide, all’ombra degli alberi, piantate su cumuli di conchiglie: le tombe degli abitanti cristiani. Salendo verso la parte orientale del cimitero il panorama cambia: le croci cedono il posto al simbolo della mezzaluna islamica, le tombe degli abitanti di fede musulmana. Cristiani e musulmani riposano fianco a fianco, nello stesso cimitero, in due aree distinte: ai defunti islamici è riservata la parte orientale. I cristiani sono seppelliti sotto la terra all’interno delle casse di legno, i musulmani avvolti da lenzuoli bianchi, come prescrive la religione, e il volto rivolto verso La Mecca.

continua a leggere

250

Condividi
Indietro