É morto Stefano Ganci: era uno dei fedelissimi di Totò Riina.

È morto Stefano Ganci, uno dei fedelissimi di Totò Riina, che stava scontando l’ergastolo nel carcere di Parma come il boss corleonese. Capo del mandamento Noce, è stato stroncato da un infarto a 55 anni. La Procura ha disposto l’autopsia per fugare ogni dubbio. Era stato condannato a vita per gli omicidi di Rocco Chinnici e Ninni Cassarà, ma anche per l’operazione Perseo, il maxi-blitz contro le cosche che portò in carcere 98 tra boss e gregari accusati di mafia, estorsione e traffico di droga. Gli inquirenti scoprirono anche un tentativo di ricostituzione della commissione provinciale di Cosa Nostra.

297

Condividi
Indietro