Mantova. “Quel tempietto sulla fossa comune va recuperato”.

Il tempietto ricorda una tragedia del passato. Fu costruito per non dimenticare, ma sta lentamente ammalorandosi: per evitare che questa memoria venga definitivamente cancellata, ha deciso di intervenire la Società per il Palazzo Ducale che ha già predisposto un progetto di recupero e che si sta attrezzando per finanziarlo, raccogliendo contributi. Per capire di cosa si tratta occorre risalire al 1630. Siamo nei pressi di Canicossa, in territorio comunale di Marcaria, praticamente sul ciglio della strada provinciale, sulla sinistra per chi procede in direzione di Cesole. In quel punto, in terra non consacrata, vista l’emergenza della situazione vennero sepolte più di duecento persone, uccise dalla peste bubbonica portata dai Lanzichenecchi ai tempi del Sacco di Mantova.

continua a leggere

250

Condividi
Indietro